_mbp9696-low

_

Nessuna sposa si sognerebbe mai di mettersi il vestito da sposa senza averlo mai provato e sistemato!

E’ quello che accade invece regolarmente per il fotografo! Lo scegli per le belle foto che vedi su internet o allo studio, per la sua capacità di essere persuasivo e un “drago” nella vendita dove ti promette mari e monti, poi lo vedi il giorno del matrimonio, ma non avete mai creato quella relazione che vi permette di essere davvero tranquilli e a vostro agio davanti a lui e alla sua macchina fotografica!

Quando acquistano il servizio fotografico gli sposi danno per scontato che le cose andranno bene visto che quel fotografo fa foto così belle, che a loro piacciono tanto e ha quell’album con quella copertina così irresistibile. Non pensano certo a cosa succederà quel giorno, a come si sentiranno per via dell’emozione di quella giornata e cosa succederà una volta davanti alla macchina fotografica e cosa dovrà fare il fotografo per ottenerle.

Non ci pensano certo. Come non pensano a tante altre cose. Per loro tutto è una novità, nella maggior parte dei casi è la prima volta che si trovano ad affrontare i preparativi di un matrimonio.

Quello di cui sono convinti scegliendo ad esempio un fotografo di reportage è che nonostante loro non siano abituati a stare davanti alla macchina fotografica, lui riesca comunque a fare delle foto bellissime, in cui sono spontanei, naturali e a loro agio!

La realtà è un po’ diversa però! Se il fotografo non avrà creato prima del matrimonio una relazione tale da farli stare tranquilli e a loro agio con il fotografo e davanti alla macchina fotografica, scopriranno a loro spese che il reportage si trasforma o in una serie di foto in posa, magari mentre passeggiano. Oppure il fotografo scatterà all’impazzata, trattenendoli in varie locations finché non avrà portato a casa il lavoro. A volte anche ore (come ti racconto in un altro post)! Insomma un po’ come giocare alla lotteria. Di 20 mila foto qualcuna buona ci sarà….

Invece, tutti i più grandi maestri della fotografia di tutti i tempi (e di ogni genere fotografico) sostengono che la RELAZIONE con il soggetto è alla base per fare delle foto WOW (dicevano proprio così! J). E’ il segreto per metterli davvero a loro agio e riuscire a cogliere l’anima del soggetto. Il vero reportage, si basa sulla relazione con chi ti sta difronte. Non è fare 20 mila foto random e sperare che ce ne siano 200 buone.

Nel mondo del matrimonio però, nessuno presta attenzione al creare RELAZIONE già da prima del matrimonio. Il tempo a disposizione ci sarebbe, gli sposi prenotano mesi e mesi prima. I fotografi però pensano solo a riempire date, fare numeri e molto poco al lato umano. Che è quello poi che fa la differenza.

Fa la differenza nel senso che creare relazione, curare il lato umano con gli sposi, creare una vera sintonia, trasforma una bella foto, in una foto senza tempo in cui riesci a cogliere l’anima del soggetto. Grazie a questo riuscirai ad avere un servizio davvero tuo, in cui rivedi davvero te stessa, un servizio davvero personale e quindi unico.

Unico non perché hai l’album di pelle di caimano o tempestato di diamanti. (non è il tipo di album a fare la differenza!!), ma perché le foto raccontano di te e solo di te. Di te al massimo della tua bellezza! E non solo per il trucco e l’abito meravigliosi. Ma perché si vedrà la gioia nei tuoi occhi e sarai libera di esprimerla.

Senza questi elementi, avrai si belle foto, ma uguali a tante altre, senz’anima. Standardizzate, perché manca l’elemento principale. La vera te. E l’album sarà uguale a mille altri.

Anche chi è più smaliziato e davanti alla macchina fotografica è a suo agio, perché dovrebbe accontentarsi di belle foto e non cercare invece foto belle che abbiano un’anima. La sua?

Tutto dipende da quello che cerchi! Magari a te sta bene così e avere un album come mille altri!

Probabilmente il fotografo riuscirà in ogni caso a fare delle buone foto, anche se non avete creato una relazione, anche se non vi sentite a vostro agio a fare le foto. Come è possibile che il vestito mai provato e mai sistemato, ti stia a meraviglia! Possibile! E probabile invece? Poco! Magari dall’esterno sembrerà che siete belli e naturali, ma tu e le persone che ti conoscono davvero, vedrete che non sei te!

E comunque per fare il servizio il fotografo sarà costretto a guidarvi, mettervi in posa o farvi stare tanto tempo a fare le foto, mentre i tuoi ospiti aspettano ore. Questo anche se è un fotografo che dice di fare reportage di matrimonio. E come detto le foto forse saranno belle, ma non potranno avere colto la tua essenza grazie a qualche barzelletta e qualche battuta grossolana per farvi sciogliere!

Perché allora non creare prima la relazione?

Perché non creare prima le basi per essere davvero SPONTANEI, NATURALI e AUTENTICI?

Perché dovresti mai presentarsi con il vestito senza averlo prima provato e fatto mettere a misura?

Perché accontentarsi di avere foto come mille altre per il proprio matrimonio?

Tutto ciò è il nostro Metodo di lavoro. Per scoprire di più del METODO LIFESTTYLE, www.photolifestyle.info

single-image

0