fence

_

In questo post vorrei parlati di una situazione che sicuramente è capitata anche a te da ospite ad un matrimonio e del perché capita. L’attesa infinita, spesso estenuante, che gli sposi arrivino al ricevimento!

E’ una cosa che da invitato avrai sicuramente odiato e ti sarai sicuramente detto, “al mio matrimonio MAI!”

La colpa, a ragione, viene sempre data al fotografo! Infatti un altro grave problema da risolvere è quello delle tempistiche, della gestione ottimale della giornata, tra i fotografi che vogliono fare 20.000 scatti per portare a casa la foto da copertina e i 150 ospiti che sono stati invitati ad una festa.

Non so se ti è mai capitato di dover aspettare tempi infiniti fuori dalla chiesa che gli sposi e i fotografi escano per il lancio del riso. Tu li a squagliarti sotto il sole con il riso in mano che si cuoce, e loro dentro a fare la foto con il baciamano, quella con il bouquet sull’altare, quella con lui in ginocchio, quella con il prete, e poi quando sembra il momento giusto ….. aspetta, aspetta perché è il momento delle foto mentre camminano, prima inquadrati da dietro e poi da davanti.

A me una volta è capitato di dover aspettare 3 ore prima di poter mangiare qualcosa ad un buffet. Ero uno degli invitati e i fotografi avevano convinto gli sposi a fare un “salto” al lago di Albano…. Ma la location era sulla Cassia. Ci vogliono quasi 2 ore per arrivare. Una scelta di cattivo gusto che ha compromesso l’intero matrimonio. Una festa che purtroppo grazie a questo non è mai decollata. La sposa ancora ci pensa….

Questa problematica è molto diffusa ed è diventata l’incubo degli invitati. Oltre che della Villa, del catering, musicisti e gli altri professionisti che lavorano a quel matrimonio.

Anche in questo caso i fotografi avevano convinto gli sposi che quella era la scelta giusta, che ci si sposa una volta sola e le fotografie non ritornano più….

Di base il concetto è giusto, ma l’applicazione pratica lascia a desiderare.

Il matrimonio è un insieme di momenti unici, che vanno catturati e conservati per il futuro. Ok, tutto giusto fin qui.

Trovo invece discutibile il fatto che l’unicità delle foto debba essere declinata con il sequestro degli sposi, a discapito di tutti.

Questo succede per un semplice motivo. Il fotografo non ha creato una relazione vera con gli sposi prima del matrimonio e promettendo foto spontanee e naturali attraverso quello che lui vende per reportage, che però è FINTO REPORTAGE, avrà bisogno di tempo perché gli sposi si abituino a stare davanti alla macchina fotografica, che si sciolgano davanti a quello sconosciuto che è il fotografo e siano un minimo se stessi e spontanei. Il fotografo deve portare a casa il lavoro e finché non ottiene delle foto minimamente accettabili non rilascerà gli sposi! Ma per due persone, che normalmente non sono abituate a stare davanti alla macchina fotografica e che non sono a proprio agio davanti ad un fotografo, che magari hanno conosciuto la mattina stessa, ci vuole tempo! Anche parecchio! Non certo 2 minuti, o qualche barzelletta o battuta più o meno gradita. Ed è per questo che alla fine per non ritardare troppo, il fotografo di matrimonio reportagista vi metterà in posa! Il VERO REPORTAGE è RELAZIONE!

Questa dinamica è uno dei motivi per cui gli sposi arrivano quasi sempre in ritardo al ricevimento!

  • Perché allora non pretendere che il fotografo organizzi la giornata, così come vogliono gli sposi e come hanno deciso di trascorrerla con i loro invitati?
  • Perché allora non creare relazione col fotografo prima del giorno del matrimonio in modo da essere a proprio agio e veramente se stessi davanti al fotografo e alla macchina fotografica invece di creare relazione il giorno stesso, con pacche sulle spalle, frasi adulatorie alla sposa o da campioni delle barzellette, lasciando tutto al caso?
  • Perché allora non pretendere di avere foto davvero spontanee e naturali, lavorandoci prima del giorno del matrimonio? Attraverso la RELAZIONE. Attraverso il VERO REPORTAGE!
  • Perché allora con l’idea di avere foto spontanee affidarsi a chi propone reportage di matrimonio senza CREARE PERO’ RELAZIONE, quando poi saranno costretti a mettervi in posa?
  • Perché allora affidarsi a chi non ha creato una relazione con te, a degli sconosciuti e che improvvisano e vi terranno ore mentre i vostri ospiti vi aspettano?

 

In attesa della seconda parte di questo post, per scoprire l’importanza della  RELAZIONE nel VERO REPORTAGE e perché è la base del METODO LIFESTYLE, www.photolifestyle.info

single-image

0